Secondo quanto riportato da diverse organizzazioni sindacali, come la Cgil è necessario che le grandi opere previste nel settore dell’edilizia vengano effettuate per riuscire a risollevare il settore, e permette così all’edilizia di fiorire negli anni.

Ultimamente il settore dell’edilizia sta subendo una forte crisi, effetti anche dei problemi economici in cui verte il paese. In circa dieci anni, si è verificata una forte crisi che in alcune zone ha raggiunto un effetto sempre più devastante portano al dimezzamento dei posti di lavoro, oltre che al fallimento di diverse imprese del settore. Quelle che ancora sopravvivono, spesso lo fanno a stento e impiegando la metà del personale rispetto ad anni addietro.

Gli effetti devastanti che hanno prodotto drammatiche conseguenze sui volumi produttivi, sul lavoro e sulle imprese. Questo è dovuto alla stretta creditizia, alla mancanza delle risorse pubbliche, alla stasi del mercato immobiliare. Tutto ciò ha portato davvero a una paralisi pericolosa che invece potrebbe essere affrontata in modo migliore se partissero i progetti destinati alle grandi opere.

Le grandi opere permettono di migliorare il settore dell’edilizia, perché così si creano nuove gare di appalto e di conseguenza nuovi posti di lavoro grazie alle grandi committenze che si possono prendere. I cantieri così potranno ripartire e si riuscirà in parte a sbloccare la situazione di stallo che si è creata in questo settore.

Un aspetto importante per far sì che il settore edile possa riprendersi prevede soprattutto che si accelerino le procedure volte all’attivazione delle grandi opere. Come affermato da Filea, ci sono tantissime opere e messe in sicurezza da mettere in pratica, anche per riuscire ad evitare futuri dissesti ambientali e in alcune zone problemi idreogeologici. In molte zone d’Italia si tende ancora a non effettuare lavori, che invece sarebbero necessari per la salvaguardia dell’ambiente e degli abitanti, solo perché non sono state autorizzate ancora le grandi opere.

Quindi le grandi opere sono importanti per mantenere vivo il settore edile, non solo, queste permettono anche un incremento dell’economia. Se i posti di lavoro aumentano di conseguenza è possibile aumentare il potere d’acquisto e quindi il giro economico locale e nazionale.